Cerca

Cerca nel sito

La firma dello Statuto Albertino 1848

Lo Statuto Albertino è una Costituzione ovvero una Carta liberale creando una sorta di equilibrio sociale, difatti il Senato, dal Re nominato, vi è una rappresentazione della classe nobilire, invece alla Camera vengono tutelati gli interessi della classe borghese poichè eletta dai sudditi più abbienti. L'elettorato e circoscritto ai soli maschi con alta disponibilità finanziaria, escludendo le donne e le persone povere. Il Parlamento propone le leggi e ha facoltà di bloccarle, ma il Governo è responsabile soltanto di fronte al Re: se un governo non ha l’appoggio del Parlamento farà fatica a governare ma non per questo decade. L’elasticità di questa Carta è ciò che le ha permesso di sopravvivere durante un intero secolo ma anche di vedere governi diversissimi alternarsi senza mai infrangerlo. Il testo dello Statuto resterà in vigore fino al 1948, dopo la fine della II guerra mondiale e l’istituzione della Repubblica Italiana.

Arazzo bib1

Carlo Alberto firma lo Statuto (4 marzo 1848), arazzo, fine sec XIX, una copia in serie, il gemello si trova al Museo del Risorgimento di Torino.

 

arazzo part1   arazz part     Nelle immagini particolari dell'Arazzo in Biblioteca Isimbardi: i fogli bianchi lo contraddistinguono.

 

 araz TO  araz To part

In queste immagini l'arazzo nella sala 12 del Museo del Risorgimento di Torino, il particolare dei fogli rossi 

calamaio  dida TO

 

 

 

Siti tematici

Info

URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico

  •  Numero Verde: 800.88.33.11
    - dal lunedì al giovedì:
      10.00-12.00 / 14.00-16.00
    - venerdì:
      10.00-12.00
  •  Chiedilo all'Urp
  •  Pec
  •  Peo
  • Apertura al pubblico martedì e giovedì solo su appuntamento da richiedere tramite:
    - form online Chiedilo all'URP
    - Numero Verde: 800.88.33.11