Città Metropolitana di Milano Città metropolitana di Milano
Conosci la Città metropolitana
Cerca

Cerca nel sito

 

Regolamento Commissione Espropri

La Commissione rileva annualmente le notizie e dati utili relativi all'andamento del mercato fondiario attraverso la collaborazione dei comuni della provincia e altri enti preposti.


REGOLAMENTO
DELLA COMMISSIONE ESPROPRI DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO
fa riferimento al regolamento della Commissione Provinciale Espropri; approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 2/2010 Rep. Gen. del 21/1/2010: 


Introduzione

Le presenti modalità operative definiscono gli aspetti organizzativi e funzionali della Commissione Provinciale Espropri, istituita ai sensi dell’art. 16 della L.R. 3/09; in particolare riguardano le attività della Commissione Provinciale Espropri e gli aspetti di cui al seguente sommario.

Sommario

1- Struttura organizzativa e sede
2- Durata della Commissione
3- Segreteria della Commissione
4- Funzionamento della Commissione
5- Compiti della Commissione
6- Spese di istruttoria
7- Norme finali e transitorie


Art. 1


Struttura Organizzativa e sede

1.1 La Commissione Provinciale Espropri per l’espletamento dei compiti di cui al T.U.E. (D.P.R. 327/01) ed all’art. 16 della L.R. 3/09, si compone di:

a) Il Presidente della Provincia, o suo delegato, che la presiede;
b) l’ingegnere capo dell’Agenzia del territorio o suo delegato;
c) il Presidente provinciale dell’azienda regionale per l’edilizia residenziale, o suo delegato;
d) due esperti in materia di urbanistica ed edilizia, nominati dalla Provincia;
e) quattro esperti in materia di agricoltura e foreste, nominati dalla Provincia, di cui tre su proposta delle associazioni sindacali maggiormente rappresentative ed uno su proposta delle associazioni di categoria della proprietà fondiaria maggiormente rappresentative.

1.2 Per ogni componente effettivo, viene altresì nominato un supplente che partecipa alle attività della Commissione in assenza del titolare.

1.3 Ad ogni componente della Commissione ed al Segretario è attribuito un gettone di presenza per ogni seduta della Commissione cui partecipa, pari a 100,00 Euro.

1.4 La Commissione Provinciale Espropri è nominata con decreto del Presidente della Provincia di Milano.

1.5  La Commissione Provinciale Espropri ha sede presso gli uffici della Provincia di Milano.

 

Art. 2


Durata della Commissione

2.1  La Commissione resta in carica fino alla scadenza ordinaria od anticipata del Consiglio Provinciale.

 

Art. 3


Segreteria della Commissione

3.1 La Provincia provvede a dotare la Commissione di un ufficio di segreteria ed alla nomina del segretario che avviene con Decreto del Presidente della Provincia contestualmente alla nomina della Commissione. La segreteria della Commissione svolge i seguenti compiti:
a) redige i verbali delle riunioni con l’indicazione dei componenti presenti per ogni seduta;
b) cura i rapporti fra la commissione ed i soggetti richiedenti le determinazioni dell’indennità effettuando le comunicazioni necessarie nell’ambito delle materie attribuite dalla normativa vigente alla competenza della Commissione;
c) predispone e raccoglie la documentazione relativa alle presenze dei componenti della Commissione ai fini della corresponsione dei gettoni di presenza di cui all’art.1.3;
d) cura la raccolta ed archiviazione di tutta la documentazione e dei dati complessivi annuali relativi alle determinazioni effettuate dalla Commissione.

3.2 Il verbale di ciascuna seduta della Commissione, sottoscritto dal Presidente, è inserito all’ordine del giorno ed approvato dalla Commissione nella seduta immediatamente successiva.

3.3 Tutte le istanze che pervengono all’ufficio di segreteria vengono registrate con il sistema di Protocollo della Provincia di Milano.

 

Art. 4


Funzionamento della Commissione

4.1 La Commissione assume le proprie decisioni conformemente alle norme legislative vigenti (D.P.R. 327/01, L.R.3/09, D.Lgs. 267/2000).

4.2 La Commissione è convocata dal Presidente della stessa almeno 7 giorni prima della data stabilita per la seduta, mediante comunicazione contenente l’elenco degli argomenti da trattare e trasmesso con raccomandata, fax o mail.

4.3 La Commissione delibera validamente con la presenza della metà più uno dei componenti e a maggioranza dei presenti. In caso di parità di voti prevale il voto del Presidente.

4.4 I componenti della Commissione sono soggetti all’obbligo di astensione secondo quanto previsto dagli artt. 51 e 52 del codice di procedura civile.

 

Art. 5


Compiti della Commissione

5.1 La Commissione svolge, in particolare, le seguenti funzioni:
a) determina il valore agricolo medio dei terreni considerati non oggetto di contratti agrari, ai sensi dell’articolo 41, comma 4, del TUE;
b) esprime, su richiesta dell’autorità espropriante, un parere in ordine alla determinazione provvisoria dell’indennità di espropriazione, ai sensi dell’articolo 20, comma 3, del T.U.E.;
c) determina l’indennità definitiva di espropriazione, ai sensi dell’articolo 21, comma 15 e art. 22 comma 5 del T.U.E. e di occupazione anticipata ai sensi dell’art. 22 bis T.U.E., per il periodo effettivo di occupazione;
d) determina l’indennità per l’occupazione temporanea o di asservimento,  art. 21 L.R. 3/09, di aree non soggette ad esproprio, ai sensi dell’articolo 50, comma 2, del T.U.E.;
e) determina il corrispettivo della retrocessione, ai sensi dell’articolo 48, comma 1, del T.U.E..

 

Art. 6


Spese di istruttoria

6.1 Il promotore dell’espropriazione, che ha richiesto l’intervento della Commissione, rimborsa alla Provincia di Milano le spese di istruttoria, nella seguente misura:
- Euro 50,00 per ogni partita catastale, qualora si tratti di pratica che comprende un numero di partite castali espropriate non superiore a 5;
- un ulteriore importo di Euro 20,00 per ogni ulteriore partita catastale qualora la pratica comprenda un numero di partite catastali superiore a 5: il contributo è pertanto dovuto nella misura di Euro 50,00 per ciascuna delle prime cinque partite catastali e nella misura di Euro 20,00 per ciascuna delle ulteriori partite catastali.

6.2 I versamenti di cui al precedente comma andranno effettuati sul c.c.p. n. 11473766 intestato a Provincia Milano - Diritti e Funzioni nel campo dei Trasporti – Servizio Tesoreria.

6.3 Gli adeguamenti annui degli importi di cui all’art. 6.1 vengono comunicati alla Commissione Provinciale Espropri da parte del Settore Trasporto Pubblico.

 

Art. 7


Norme finali e transitorie

7.1 Per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento, si applicano le disposizioni di cui al D.P.R. n. 327 del 8 giugno 2001 e s.m.i. e alla L.R. 3/09, nonché i principi generali in materia di funzionamento degli organi collegiali contenuti nel D.Lgs. n. 267 del 18 agosto 2000 (Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali).

Visualizza la Scheda di rilevazione dati (formato PDF -  20 KB)

 
indietro